venerdì 8 settembre - Mauro Guidi

Finalmente! Il 13 ottobre verrà collocato in orbita un satellite per il monitoraggio della qualità dell’aria

Si chiama Sentinel-5P ed è il quinto ed ultimo della missione Copernicus; dovrà fornire mappe globali di inquinanti atmosferici ogni giorno ed in modo dettagliato . I Sentinel costituiscono il nucleo della rete di monitoraggio ambientale Copernicus che fornisce informazioni operative sulle superfici terrestri, gli oceani e l'atmosfera del mondo per sostenere la creazione di politiche ambientali e di sicurezza e soddisfare le esigenze dei cittadini e dei fornitori di servizi.

JPEG - 40.4 Kb

Lo strumento di monitoraggio TROPOspherico (TROPOMI) è lo strumento satellitare a bordo del satellite Copernicus Sentinel-5 all'avanguardia per mappare una moltitudine di gas come il biossido di azoto, l'ozono, la formaldeide, l'anidride solforosa, il metano, il monossido di carbonio e gli aerosol - che influenzano l'aria che respiriamo, la salute e il nostro clima.
Con questo strumento verrà mappato l'intero pianeta ogni giorno. Le informazioni fornite da questa nuova missione verranno utilizzate per le previsioni di qualità dell'aria e per il processo decisionale, passando, si spera, dall' epoca degli interveti locali ( ricordate le domeniche a piedi ?) ad interventi globali su vasta scala.

Il prezioso carico è stato prelevato in questi giorni all'aeroporto di Londra Stansted per essere caricato su un enorme aereo Antonov per il suo volo a Mosca. Da qui con un altro volo ad Arkhangelsk nella Russia nord-occidentale e poi un viaggio di 250 km in treno per Plesetsk dove è arrivato venerdì 1 settembre per essere preparato per il lancio: è stato pulito il contenitore di trasporto del satellite, quindi è stato trasferito nella sala pulizia "MIK" dove sarà aperto successivamente. 
 

 




Lasciare un commento