venerdì 8 settembre - Serena Massucci

Fibrosi Cistica, come sconfiggerla: l’appello dell’Associazione dei pazienti

Lega Italiana Fibrosi Cistica onlus - LIFC, lancia un appello: il primo passo per sconfiggere una malattia è conoscerla.

Roma, 8 settembre 2017 - La maggior parte delle persone, ancora oggi, non sa cos’è la fibrosi cistica. Bisogna sapere che la fibrosi cistica è una malattia genetica che si eredita quando entrambe i genitori sono portatori sani, con una percentuale del 25%. La fibrosi cistica colpisce circa 1 neonato su 2.500 – 3.000 (200 nuovi casi l’anno).

La media di portatori sani in Italia è di 1 ogni 25/26 persone, ed è alta, perché non sviluppano la malattia, per questo, quasi sicuramente, un portatore sano non sa di esserlo. Ecco perché la fibrosi cistica è la malattia genetica grave più diffusa.

Ad oggi, non esiste una cura risolutiva. L’aspettativa di vita di un malato non supera i 40 anni, vissuti a prezzo di cure pesanti e onerose, perché questa malattia impedisce progressivamente la più importante delle funzioni umane: IL RESPIRO

Per non lasciare soli questi malati, Lega Italiana Fibrosi Cistica onlus - LIFC, l’Associazione dei pazienti, rilancia questo importante messaggio di sensibilizzazione, raccontato dalle parole dell’attore Tommaso Ramenghi. Un invito all’azione quello della Presidente Gianna Puppo Fornaro, che esorta alla condivisione sui social network: “In attesa che il sogno della cura risolutiva diventi realtà - dichiara la Presidente LIFC - bisogna informarsi ed investire in questo progetto per far sentire queste persone meno sole”.




Lasciare un commento