sabato 11 maggio - mario rossi

Escavatori e mini escavatori: tipologie ed utilizzi

Uno dei mezzi più importanti che deve essere presente in un cantiere edile è senza dubbio l’escavatore, strumento che rende possibile la realizzazione di innumerevoli progetti, permettendo agli operatori di lavorare in modo più efficiente ed efficace. In questo articolo vogliamo rispondere ad una domanda specifica: a cosa serve un escavatore e perché è così essenziale per molti lavori pesanti?

Per capire a cosa serve un escavatore, è innanzitutto utile guardare i suoi componenti. Un escavatore è dotato di alcune componenti fondamentali che possiamo così elencare: casa, carrello, braccio, bastone e benna. Questi componenti sono dotati di motori e ingranaggi utili a spostare, sollevare e muovere materiali. Sull’escavatore è altresì presente un posto di controllo nel quale l’operatore può sedersi per manovrare quest’importante strumento edile.

Escavatori e mini escavatori: diverse tipologie

Gli usi principali di un escavatore sono scavare solchi, fori e fondazioni, fornendo alla ditta operatrice il potere di svolgere queste attività in modo molto più semplice ed efficace di qualsiasi altro pezzo di equipaggiamento pesante sul mercato. Oltre a scavare, gli escavatori sono comunemente usati per progetti come demolizione, dragaggio di fiumi, movimentazione di materiali o semplicemente sollevamento di oggetti. In base alla tipologia di utilizzo dell’escavatore, diversa sarà la benna utilizzata: benna a rastrello, benna grigliata, benna rinforzata, per roccia o per scogliere, mini pala e tanto altro.


Con una gamma così ampia di usi, è logico che esistano diversi tipi di escavatori per trovare esattamente quello giusto per il lavoro da svolgere. Un esempio è un escavatore cingolato e gommato, che è perfetto quando il lavoro richiede cose come lo scavo, la movimentazione dei materiali, il taglio delle spazzole, la demolizione, le miniere a cielo aperto, il lavoro forestale e molto altro. Ci sono escavatori grandi utili per i grandi lavori, ma per lavori minori esistono anche mini escavatori, che sono mezzi più piccoli e leggeri e quindi più facilmente trasportabili nei vari cantieri. Questi tipi di escavatori compatti sono ideali per gli scavi e per una vasta gamma di lavori di utilità. In alcuni casi, con i progressi che abbiamo riscontrato nei sistemi idraulici, questi escavatori più piccoli possono persino surclassare macchine più grandi, effettuando lavori di precisione in minor tempo rispetto a macchinari standard.

Diverse tipologie di escavatori per ogni utilizzo

È importante valutare nel dettaglio quali sono i lavori nei quali verrà impiegato l’escavatore e di conseguenza andare a scegliere quello più adatto alla situazione. Per lavori di precisione ed in luoghi magari più difficilmente raggiungibili, è sempre consigliabile utilizzare mini escavatori, più leggeri e più funzionali rispetto ad un mezzo pesante. Per lavori più consistenti è bene invece servirsi di un escavatore standard, più potente e più forte.

Sono tante le tipologie tra le quali è possibile scegliere e la cosa più giusta è rivolgersi a ditte specializzate capaci di potervi consigliare nel prendere la decisione più giusta in relazione all’impiego che dovrete fare del mezzo. Un prodotto di qualità è senza dubbio garanzia di un buon lavoro e della buona riuscita dello stesso.

Accessori e ricambi

Assieme alla scelta della tipologia di escavatore da acquistare (escavatore standard o mini escavatore) è bene riuscire a selezionare in maniera ottimale gli accessori da accostare a questi mezzi, in modo da rendere i lavori più fluenti e rapidi. Tante le benne che possono essere acquistate. La cosa importante, nel caso siate in possesso di entrambe le tipologie di escavatore, è acquistare accessori che abbiano un attacco su misura e siano quindi realizzate per poter essere utilizzate senza problemi. Bene è acquistare bene con adattatori con attacco rapido, in modo da poterle utilizzare su ogni mezzo, ottimizzando i vostri acquisti.




Lasciare un commento