martedì 20 luglio - Pressenza - International Press Agency

Egitto, tornano in libertà attiviste e giornalisti dopo estenuanti periodi di detenzione preventiva

Non avrebbe mai dovuto mettere piede in carcere, ma la gioia di essere stata liberata è tanta.

 

(Foto di Amnesty International)

Israa Abdel-Fattah, attivista per i diritti umani, è stata rilasciata il 18 luglio dopo aver trascorso nelle prigioni egiziane quasi 22 dei 24 mesi di detenzione senza processo previsti dalle leggi locali.

Fondatrice del movimento per l’emancipazione politica delle donne “Gruppo delle donne libere egiziane”, co-fondatrice del Movimento giovanile del 6 aprile e protagonista della rivoluzione del gennaio 2011 che spodestò Hosni Mubarak, Israa Abdel-Fattah era stata arrestata nell’ottobre 2019 con le accuse di diffusione di notizie false e adesione a un gruppo terroristico.

Con lei, alla vigilia della festa religiosa di Eid al-Adha, sono stati rilasciati anche la nota avvocata per i diritti umani Mahienour el-Masry, a sua volta arrestata nell’ottobre 2019 con le medesime accuse e i giornalisti Mostafa al-Asar, Moataz Wadnan e Gamal el-Gamal. Torna in libertà anche il vicesegretario dell’Alleanza socialista popolare Abdel Nasser Ismail.




Lasciare un commento