venerdì 20 maggio - Mario Barbato

Depp e Heard, comunque vada sarà un insuccesso per entrambi

Era il 1989 quando Michael Douglas e Kathleen Turner nei panni dei coniugi Rose avevano raccontato, con sfumature tragicomiche, la vita matrimoniale di una coppia scoppiata tra incompatibilità, abusi, violenze domestiche e un crescendo di litigi culminati nella morte dei protagonisti. Il film, intitolato la Guerra dei Roses, ebbe un notevole successo di pubblico.

Se quella dei Roses era una finzione, lo stesso non può dirsi della vicenda di Johnny Depp e dell'ex moglie Amber Heard, finita in tribunale e amplificata da un trambusto mediatico esagerato. A innescare la guerra giudiziaria è stata Heard, che ha dipinto il ritratto di un uomo violento, un “picchiatore di donne”, come lo ha definito lei a un quotidiano americano.

Gli avvocati di Depp hanno chiesto alla Heard un risarcimento di cinquanta milioni di dollari perché, secondo il loro assistito, la Disney ha annullato il contratto che l'attore aveva sottoscritto per il film Il capitano dei Caraibi a causa di quell'accusa. Per tutta risposta, il team legale di Heard ha chiesto cento milioni di dollari di risarcimento per le ripetute violenze fisiche e psicologiche che la Heard sostiene di aver subito lungo tutta la durata del loro legame.

La vicenda ha diviso l'opinione pubblica, con l'ago della bilancia che pende leggermente a favore di Depp, che può contare su un numero maggiore di fan che hanno accusato Heard- anch'essa attrice-di recitare bene la parte della vittima sacrificale, inscenando pianti finti e accusandola di non avere prove che certifichino l’effettiva violenza subita.

La questione, come spesso succede in questi casi, ha iniziato ad assumere contorni grotteschi. Da una parte ci sono i legali di Heard che hanno mostrato filmati, girati con il cellulare da Amber Heard, in cui si vede Depp distruggere tutto ciò che gli capita a tiro in preda a un attacco di ira incontrollata. Dall’altra c'è sempre Johnny Depp che racconta di aver riportato una profonda ferita a un dito della mano dopo il lancio di una bottiglia da parte della Heard.

Comunque siano andate le cose, è molto probabile che la verità stia nel mezzo e che ci si trovi di fronte al triste epilogo di una vita di coppia cominciata male e finita peggio a della personalità malata di entrambi i protagonisti. Come ha raccontato anche Laurel Anderson, ex psicologa della coppia, che ha rivelato come il legame fra Depp e Heard fosse all’insegna degli abusi reciproci.

Il processo prima o poi avrà una conclusione. Ma qualunque sarà il verdetto non ci sarà alcun vincitore. Ci saranno solo due sconfitti che, proprio come nel film di Douglas e Turner,  hanno vissuto un matrimonio fallimentare, tra violenze e maltrattamenti reciproci. Un matrimonio che, fortunatamente, avrà un finale meno drammatico di quello dei coniugi Roses.




Lasciare un commento