lunedì 2 dicembre - UAAR - A ragion veduta

Decreto Scuola: Italia Viva chiede immissione in ruolo insegnanti di religione

La clericalata della settimana è di Gabriele Toccafondi (Italia Viva) che ha presentato un emendamento al Decreto Scuola, approvato dalla Commissione Istruzione e Lavoro, per un nuovo concorso per l’immissione in ruolo degli insegnanti di religione cattolica, da svolgere in accordo con la Conferenza episcopale italiana

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

La Giunta di Trieste ha intenzione di modificare il Regolamento degli asili nido comunali in senso confessionalista, imponendo un crocifisso in ogni aula.

Il presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse, ha lanciato un bando per premiare le scuole medie del territorio che allestiranno presepi con materiali riciclati facendo con un proclama confessionalista. Nella comunicazione agli istituti ha specificato che il presepe, per poter concorrere, deve “contenere simboli della nostra Religione CRISTIANA proprio quelli che qualcuno vorrebbe togliere dalle scuole!” – in maiuscolo.

Il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, ha negato all’associazione “Per Eluana”, presieduta da Beppino Englaro e attiva nella sensibilizzazione sul fine-vita, una sala istituzionale per un evento. Secondo il primo cittadino udinese concederla sarebbe infatti una forma di “propaganda” di “cose illegali”.

La Regione Sicilia ha stanziato 32 milioni di euro per la riqualificazione di 161 teatri: tra i beneficiari non solo Comuni, enti pubblici, scuole, enti no-profit, imprese private ma anche parrocchie.

Il sindaco di Biella, Claudio Corradino, e quello di Ponderano, Roberto Locca, erano presenti con fascia tricolore alla messa presso il santuario di Oropa per il rito della pulizia dell’effigie sacra della Madonna.

Per l’inaugurazione del piazzale Monte Rea nel quartiere Opicina di Trieste, dopo lavori di ristrutturazione, si è tenuta la benedizione da parte del parroco. Presente anche il sindaco Roberto Dipiazza, che con gli altri è stato coinvolto in un canto religioso.

Ogni settimana UAAR pubblica una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.




Lasciare un commento