mercoledì 5 febbraio - Attilio Runello

Coronavirus: posposte le fiere in Cina

Secondo il magazine Jing Daily posposte diverse fiere del settore della moda in Cina a causa del coronavirus. Giornalisti e buyer cinesi non potranno venire alla settimana della moda a Milano. Il mercato cinese reagisce potenziando le vendite online.

Il magazine cinese in lingua inglese Jingdaily.com ha appena pubblicato un articolo che illustra il risultato di una inchiesta sul modo in cui le aziende cinesi nel settore della moda cercano di comportarsi con i limiti imposti dal Coronavirus.

Inoltre è di oggi la notizia del progetto della Camera Nazionale della Moda - ente che organizza la Milano Fashion Week - di far partecipare buyer e giornalisti cinesi alla manifestazione che avrà luogo dal 18 al 24 febbraio via web. Infatti gli addetti del settore cinesi non potranno partecipare per le restrizioni imposte.

Gli operatori cinesi non potranno partecipare nemmeno alle manifestazioni di moda cinesi, in quanto posposte, in altre parole rimandate a data da destinarsi.

Per il momento il provvedimento riguarda la International Optics Fair, che doveva tenersi a Shangai dall'undici al tredici febbraio. L'informazione oltre che da Jing Daily è riportata dal sito della manifestazione. Secondo il magazine è posposta anche Sinexpo, fiera del tessile.

Nel sito della East China Fair è riportato che anche questa fiera - che doveva tenersi dal primo al quattro marzo - è posposta.

Da alcune interviste ad operatori del settore il magazine ritiene che anche la Shangai Fashion Week potrebbe essere posposta.

Come reagisce il mercato cinese? Potenziando e cercando di incanalare gli acquirenti verso la vendita online, che a detta di molti potrebbe registrare un notevole incremento.

Foto: Pixabay




Lasciare un commento