lunedì 12 marzo - marta

Cari politici vi scrivo...

 

Sono un'italiana e vorrei scrivere una lettera, mi piace scrivere perché non mi resta altro da fare...

Un'taliana delusa e sconfortata ma con la forza di combattere piuttosto che suicidarsi.

Confesso che non saprei più a chi indirizzarla, purtroppo la realtà è questa, non sapere a chi rivolgersi, tutti parlano e basta, ma poi quando è il momento girano la frittata e fanno da scarica barile. POLITICA!

 2013: ho scritto al Presidente d. R. spiegando la situazione,molto critica, di una donna sola che deve sopravvivere ma si trova le porte chiuse ovunque: debiti, perdita di lavoro, nonostante la cultura e l ottima salute psicofisica. Risposta: "Siamo rammaricati, cercheremo di provvedere..". Grazie al ....(forza e coraggio)

Porto la lettera al Comune di residenza per farmi sentire, risposta: "vediamo cosa si può fare" E un'assistente sociale che non sa nemmeno lei cosa dire!

Mi chiama il Centro dell'impiego di zona (dopo 10 anni) da parte della Prefettura per farmi fare un CORSO di reintegrazione al Lavoro, nemmeno fossi un handicappata (con tutto il rispetto per loro, io che di cultura e salute ne ho da vendere per fortuna). OK!! 

Con le mie forze, riesco a trovare un lavoro ma stagionale, stringendo i denti, per 4 mesi. Macome si può vivere con 4 mesi di lavoro? Ci sarebbe la disoccupazione? Certo, che copre 3 mesi, e gli altri 3 cosa fai, vai a rubare?

Questo perchè l'intellingenza Italiana Politica è UNICA, ti deve sempre illudere e fregare in qualche modo.

MA SI PUO'? Un cittadino italiano che vuole lavorare onestamente e non glielo permettono? Rivolgersi con mille domande di lavoro in mille modi, ovunque e nessuno ti risponde? Alla fine, però, le tasse le pretendono? I voti li vogliono? E' solo una lotta di potere!

Voglio capire una cosa: un Italiano che ha un lavoro stagionale di 8 mesi, percepisce una disoccupazione che gli copre tutto fino all'inizio del suo lavoro l'anno dopo, eppure ha lavorato 8 mesi, possibilità di mantenersi ne ha per vivere. 

A differenza di un altro, che con un lavoro stagionale di 4 -5mesi percepisce la metà della disoccupazione che non va a coprire tutti i mesi che non lavora, prima di iniziare il lavoro l'anno successivo. Come fa ad andare avanti? Va a rubare? 

Quindi mi chiedo, come ragionano? Queste sono una parte dei problemi che lo Stato Italiano ti mette di fronte, poi se ci scappa il morto..

Pazienza ..capita?

Sullo sfondo non vedo una magistratura che sia garante del bene e del male, dei diritti, del giusto e dell'ingiusto.Vorrei poter avere delle risposte. Pensare che vi sia ancora qualcuno che onestamente fosse in grado di raccogliere anche il mio sfogo di cittadina.

Sono scettica e stanca.

 

 




Lasciare un commento