mercoledì 25 marzo - Anna Maria Iozzi

Beppe Convertini: "Venite con me, alla riscoperta del nostro Bel Paese".

Un viaggio all’insegna della riscoperta del nostro territorio con la storica trasmissione di successo “Linea Verde” che, da trent’anni, accompagna il pubblico di Rai 1. Quest’anno, vede alla conduzione Beppe Convertini, con Ingrid Muccitelli e Peppone.

In questa intervista, il padrone di casa ci accompagna alla valorizzazione del nostro Paese, svelandoci le sue impressioni sulla bellezza e sulle tradizioni di ogni regione d’Italia.

Volto noto della fiction di Mediaset “Vivere”, Beppe Convertini ha saputo accogliere, con grande entusiasmo, questa avvincente avventura televisiva. È la sua ennesima esperienza come conduttore, perché, l’anno scorso, è stato al timone de “La Vita in Diretta Estate”.

Una carriera di grande successo, con l’umiltà, il garbo, la gentilezza e la professionalità di chi si appresta a raccontare il nostro Paese, nel rispetto del pubblico.

Vi aspetta, tutti i giorni, alle 12.20, su Rai 1, con “Linea Verde – Best Off”, per riscoprire la cultura e le tradizioni del nostro Paese che, in un momento difficile come questo, ha bisogno di essere valorizzato.

 

Dallo scorso autunno, sei al timone della storica trasmissione di successo di Rai 1, "Linea Verde", al fianco di Ingrid Muccitelli e Peppone. Che effetto ti fa condurre gli spettatori alla riscoperta del nostro Paese?

«Sono molto onorato e felice di condurre gli spettatori alla riscoperta dell’Italia con le sue eccellenze enogastronomiche. Tradizioni, usi, costumi, storie di grandi donne e uomini in agricoltura e allevamento che fanno sì che il nostro Made in Italy sia amato in tutto il mondo. Bellezze paesaggistiche, arte, storia, artigianato e cultura».

 

Come hai reagito quando ti è stata proposta la conduzione del programma?

«Sono stato davvero entusiasta. I miei nonni erano contadini ed è stato un bel tuffo del passato, con tanti ricordi che, nel corso dei miei viaggi, sono piacevolmente riaffiorati».

 

Tanti i viaggi e le località visitate. C'è un posto che ti ha sorpreso maggiormente?

«L’Italia è cosi varia e unica al mondo che, ogni angolo del Belpaese, da Nord a Sud, da Est a Ovest, è da scoprire e amare. L’elenco sarebbe infinito dei luoghi che amo, da Capri a Lecce, da Mantova a Noto, da Martina Franca ad Alghero, dal Brenta alla Val D’Orcia, passando per il lago di Trasimeno, da Scilla a Tarquinia».

 

Inviato, conduttore, attore, speaker radiofonico. Per quale di questi ruoli, ti senti predisposto?

«Mi piace variare molto. È una sfida continua, per migliorarsi come uomo e come professionista».

 

Com'è stato, per te, affrontare un programma di spessore culturale come "La Vita in Diretta Estate"?

«Un'emozione continua, un gran lavoro e una straordinaria adrenalina quotidiana mi hanno accompagnato nella conduzione di un contenitore televisivo così variegato. Un'esperienza davvero unica, che sarà per sempre nel mio cuore».

 

Che ricordi hai della fiction "Vivere"?

«Tanti ricordi con alcuni colleghi sul set, ma anche fuori dal set. Con molti di loro, siamo rimasti amici».

 

Con Ingrid Muccitelli e Peppone, formate un trio consolidato. In futuro, si prevedono altre conduzioni televisive? Ti piacerebbe riappropriarti dei panni di attore?

«Sono contento di lavorare con Ingrid, Peppone e con tutta la straordinaria squadra di Linea Verde e di Rai 1. Quindi, vorrei continuare questa esperienza.

In questo momento, per l’emergenza del Coronavirus, siamo a casa, perché è giusto rispettare il lavoro disumano dei medici, infermieri e di tutto il personale ospedaliero che rischiano la loro vita per salvare le nostre e, soprattutto, per tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari.

Ricordiamo di consumare solo prodotti Italiani, per aiutare e sostenere il lavoro e i sacrifici che fanno i nostri agricoltori e allevatori per portarci il cibo sulle nostre tavole in questo momento drammatico.

Tornando a Linea Verde, il Best Of va in onda tutti i giorni, alle 12:20 su Rai 1, raccontando l’Italia con le sue meraviglie, nella speranza che questo periodo drammatico finisca presto. Andrà tutto bene».




Lasciare un commento