venerdì 23 settembre - Stranieriincampania

"Addio, a domani. La mia incredibile storia vera": incontro con Sabrina Efionayi ad Officine Gomitoli

Lunedì 26 settembre alle ore 16 nel centro interculturale Officine Gomitoli, si terrà la presentazione del libro di Sabrina Efionayi "Addio, a domani. La mia incredibile storia vera”, organizzata da Dedalus Coop. Soc. nell'ambito del progetto Impact Campania.

Dialogheranno con l’autrice: Sofia Mendoza. Nicole Hernandez e George Osayande giovani di Officine Gomitoli; Ismahan Hassen, Ruwani Perera e Fatima Ouazri, operatrici interculturali Dedalus; Giovanna Maciariello, sociologa, moderate da Carmen Vicinanza, autrice del blog “Una donna al giorno”.

Non sarà una presentazione ‘convenzionale’ ma un incontro partecipato che coinvolgerà giovani di seconda generazione incentrato sul tema dell'identità, della ricostruzione delle radici, del rapporto con i genitori, dell’appartenenza. Una sorta di circle time in cui, che avrà come spunto di partenza estratti del libro e dei podcast dell’autrice.

Nata a Castelvolturno nel 1999 da madre nigeriana, Sabrina Efionayi è cresciuta in una famiglia italiana a cui è stata affidata quando aveva pochi giorni. Durante gli anni del liceo ha cominciato a scrivere con lo pseudonimo di Sabrinex su una piattaforma online. A sedici anni ha pubblicato il suo primo libro per Rizzoli che l’aveva scoperta sulla community letteraria dove aveva ricevuto quattro milioni di letture. Dopo tre romanzi young adult in cui le sue protagoniste erano tutte con la pelle bianca, si è sentita pronta per scrivere la sua storia vera, troppo dolorosa per essere narrata in prima persona. Così è nato Addio, a domani. La mia incredibile storia vera, (Einaudi, 2022).

Ha aperto i cassetti della memoria e, con una narrazione asciutta, precisa, quasi cinematografica, ha raccontato di Sabrina, figlia di Gladys, giunta in Italia con un carico di sogni infranti dall’obbligo di mettere in vendita il proprio corpo e che, appena nata, l’ha consegnata nelle mani di Antonietta, la vicina che è diventata la sua madre affidataria, con la quale tuttora vive. Troppo italiana per la famiglia di origine, troppo nigeriana per tanti italiani, per tutta la vita Sabrina Efionayi è stata alla ricerca di un’identità che ha trovato nell’attivismo e scrivendo questo libro.

L’incontro è realizzato nell’ambito del progetto IMPACT CAMPANIA finanziato dal “Fondo Asilo, Migrazione, Integrazione” e realizzato dalla Regione Campania, quale ente capofila, e da un ampio partenariato di enti istituzionali e del terzo settore: Anci Campania, Cantiere Giovani Cooperativa Sociale, CIDIS Onlus, Consorzio La Rada, Cooperativa Sociale Credito Senza Confini, Dedalus Cooperativa Sociale, Less Impresa Sociale, LTM – Gruppo Laici Terzo Mondo, Per Aspera ad Astra Cooperativa Sociale Onlus, Tertium Millennium Società Cooperativa Sociale, Traparentesi Onlus.




Lasciare un commento