mercoledì 8 febbraio - Slow Revolution

Tratta di essere umani: un affare da 150 miliardi - INFOGRAFICA

INFOGRAFICA Giornata mondiale contro la tratta di persone

 “Il 90 per cento dei migranti arrivati in Europa negli ultimi anni è vittima dei trafficanti di esseri umani. Molti di loro – uomini, donne e bambini – sono ridotti in condizioni di vera e propria schiavitù per lo sfruttamento sessuale e lavorativo. Nel mondo, sono tra i 21 e i 35 milioni le vittime di tratta e lavoro forzato. E in Italia, il fenomeno riguarda dalle 50 alle 70 mila donne costrette a prostituirsi e circa 150 mila uomini, in gran parte giovani migranti, sfruttati per il lavoro forzato. Sono i nuovi schiavi del XXI secolo”.

Sono alcuni dei numeri emersi al convegno “Migrazioni e traffico di esseri umani” organizzato da Pime MilanoMani Tese e Caritas Ambrosiana a Milano in occasione della Giornata mondiale contro la tratta di persone (8 febbraio).

Un business che frutta alla criminalità organizzata 150 miliardi di dollari all’anno e a noi porta prodotti a basso costo e “carne fresca” sul quale potere sfogare nel nostre fantasie sessuali. Si, perché il 71% delle vittime del trafficking sono donne, delle quali quasi un terzo bambine, per lo più impiegate nella prostituzione come prodotti di consumo per il piacere degli uomini.

Solo in Italia la domanda di sesso è di circa 9-10 milioni di prestazioni al mese e vale almeno 1,5 miliardi di euro all’anno, cifra per altro sottostimata. Gli altri “beni di consumo” recuperati tra i disperati che scappano da situazioni economiche disperateguerre e disastri generati dai cambiamenti climatici sono utilizzati come lavoratori forzati nell’agricoltura per offrirci cibo a basso costo e nelle industrie estrattive, comprese quelle di diamanti e delle terre rare tanto preziose per produrre gli amati smartphone. In misura minore questi “esseri” possono risultare proficui per altre utilità, come il traffico di organi o le adozioni illegali. E quando non servono più, li si può buttare senza pensare alla raccolta differenziata. 

Trafficking: l’infografica di Mani Tese sulla tratta di essere umani




Lasciare un commento