martedì 26 gennaio 2016 - marina bontempelli

Teatro La Fenice: tutta la documentazione amministrativa e artistica in un sito

Accanto all’annuncio della nuova impostazione dei libretti che accompagnano le rappresentazioni operistiche, Cristiano Chiarot, soprintendente del Teatro La Fenice di Venezia, presenta il nuovo sistema informativo dell’Archivio Storico del Teatro e la donazione da parte di Virgilio Boccardi dell’archivio audio delle sue interviste Rai.

Sarà disponibile da Febbraio il nuovo sistema informativo dell’Archivio Storico del Teatro La Fenice di Venezia, vale a dire 226 anni di storia archiviata attraverso testi, immagini, fotografie, audio e video delle 28.102 rappresentazioni tra opere, concerti, danza, conferenze e tutti gli altri eventi, accessibile anche da tablet e dispositivi mobili.

Nelle sale Apollinee del Teatro Il soprintendente Cristiano Chiarot può mettere da parte per una volta le questioni economiche e amministrative e spostare i riflettori sulle questioni culturali ed è Franco Rossi, direttore del Conservatorio Benedetto Marcello e studioso dalla vocazione per gli archivi, a raccontare che i documenti risalgono addirittura a qualche anno precedente la fondazione del Teatro La Fenice poiché i nobili fondatori portarono con sé i materiali provenienti dal teatro S. Benedetto dal quale una parte maggioritaria di loro si era scissa per ragioni giuridiche.

La documentazione di maggior pregio antiquariale consiste di circa 200 documenti autografi di Giuseppe Verdi, le lettere di Francesco Maria Piave e dei maggiori compositori, librettisti, cantanti,ballerini e scenografi dell’ottocento come Gaetano Donizetti, Giacomo Mayerbeer; documenti autografi di Giacomo Puccini, libretti di Felice Romani, scritti autografi e contratti di Maria Malibran, Giuditta Pasta, Carolina Ungher e dei nomi più importanti della storia dell’opera. Questa disponibilità è da considerarsi unica nella storia teatrale, permette lo studio sia delle attività artistiche sia degli aspetti economici della storia del teatro ed è equivalente a circa 15.000 faldoni . In rete sarà reperibile anche l’archivio audio delle interviste Rai che Virgilio Boccardi ha realizzato in quarantatré anni di carriera e che ha donato alla Fondazione Teatro La Fenice. Boccardi, storico e autorevole giornalista racconta che più che interviste li chiamerebbe ‘incontri’ e ritiene che ascoltando la voce di questi grandi nomi se ne possano percepire, magari, anche i pensieri. Un’occasione per conoscere i grandi nomi della musica come uomini, per riflettere sui loro processi creativi e per capire, forse, una stagione estremamente feconda per Venezia.

L’Archivio Storico del Teatro La Fenice è aperto al pubblico (su prenotazione: tel. 041 786693, mail archivio.storico@teatrolafenice.org ) dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle13.00 e per particolari esigenze, anche in fascia pomeridiana.




Lasciare un commento