lunedì 5 giugno - Riccardo Noury - Amnesty International

Roma | Oggi in piazza per chiedere protezione per gli omosessuali in Cecenia

Discriminazione | Negli ultimi giorni in Belgio, Brasile, Canada, Finlandia, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna, Svezia, Taiwan e Ucraina si sono svolte iniziative per protestare contro la campagna coordinata di rapimenti, torture e uccisioni da parte delle autorità della Cecenia nei confronti delle persone omosessuali e chiedere indagini efficaci e misure di protezione.

Come avevamo raccontato in questo blog, Il 1° aprile il quotidiano indipendente russo Novaya Gazeta aveva denunciato che oltre 100 uomini sospettati di essere omosessuali erano stati rapiti, portati in un centro di detenzione e sottoposti a maltrattamenti e torture.

Almeno tre di loro erano stati uccisi. La giornalista che aveva svolto l’inchiesta era stata minacciata.

L’appello mondiale lanciato da Amnesty International ha superato le 700.000 firme: di queste, più di 42.000 sono state raccolte in Italia e oggi, lunedì 5 giugno, l’organizzazione per i diritti umani cercherà di consegnarle all’ambasciata della Federazione russa, al termine di una manifestazione.

L’appuntamento è alle 12 nei pressi della fermata “Castro Pretorio” della linea B della metropolitana.

Hanno già aderito: All Out, Anddos, Anddos-Gaynet Roma, Arcigay Roma, Arcigay, ArciLesbica Roma, Azione Trans, Gay Center, Noi esistiamo e Roma Pride.




Lasciare un commento