lunedì 13 marzo - Riccardo Noury - Amnesty International

Olio di palma: niente indagini in Indonesia dopo le denunce di Amnesty International

Amnesty International ha accusato l’azienda agro-alimentare Wilmar di tentare di nascondere le denunce di abusi nelle sue piantagioni di palme da olio in Indonesia, grazie anche all’assenza di indagini da parte del governo locale.

Nonostante le autorità indonesiane avessero annunciato la costituzione di una task force per verificare quanto denunciato Amnesty International in un suo rapporto del novembre 2016, non è stato registrato alcun passo avanti nelle indagini.

Nel frattempo, la Wilmar intimidisce i suoi lavoratori affinché neghino i fatti.

A gennaio, durante un incontro con le rappresentanze sindacali, la Wilmar ha cercato di screditare le denunce di Amnesty International imponendo loro di firmare un documento in cui smentivano che gli abusi denunciati avessero avuto luogo. 

In considerazione della tattica di diniego adottata dalla Wilmar, secondo Amnesty International è fondamentale che il governo indonesiano rispetti l’impegno, assunto dopo la pubblicazione del rapporto, a istituire una task force per svolgere indagini sugli abusi ai danni dei lavoratori nelle piantagioni di palme da olio: lavoro minorile, lavoro forzato, esposizione ad agenti pericolosi e discriminazione contro le donne.

Si tratta peraltro di pratiche vietate dalla legge indonesiana, in alcuni casi veri e propri reati.




Lasciare un commento