lunedì 7 agosto - LiberaEspressione

Lampedusa: "No all’installazione di nuovi Radar" (VIDEO)

Ad ottobre a Lampedusa è prevista l’installazione di tre nuovi radar, all’interno di aree naturali istituite e protette dalle normative europee, nazionali e regionali, come ci racconta Sferlazzo Giacomo del collettivo Askavusa. 

Lampedusa - Le telecamere di LiberaEspressione - Lampedusa No Radar


A Lampedusa sono presenti diversi radar, dell’aeronautica militare, della guardia costiera, oltre ad altre antenne per le telecomunicazioni, che emettono onde elettromagnetiche, letali per la salute umana.
Come ribadisce il componente del collettivo “E’ un paradosso, l’isola della pace, dell’accoglienza, premi nobel... ma in realtà Lampedusa è diventata una piattaforma militare". 

La situazione dell’isola in materia di militarizzazione e inquinamento elettromagnetico è una delle più “dense” e preoccupanti in assoluto, da qui nascono incomprensioni, per valutazioni contestabili, che non prendono in considerazione i tragici effetti che possono avere sulla salute umana.
“Vediamo morire persone di tumori e altre malattie legate ai campi elettromagnetici, per favore fate un’indagine epidemiologica, Lampedusa è forno a microonde", ribadisce Giacomo Sferlazzo.




Lasciare un commento