venerdì 24 febbraio - Aldo Funicelli

La "Green Economy" secondo Renzi bufale alternative

Dalla California l’ex premier rilancia “la scommessa sulle energie alternative” e sulla sostenibilità ambientale perché “durante i mille giorni abbiamo fatto molto ma ne abbiamo parlato poco”. [Fatto quotidiano del 24 febbraio]
Uno pensa alla Silicon Valley è immagina la culla della tecnologia, la crescita e la motivazione dei talenti, talenti impegnati a pensare e sviluppare nuove idee, che diventano nuovi brevetti e nuove tecnologie.
Che l'ex presidente ed ex segretario Renzi sfrutti queste immagini (che poi dietro hanno anche luoghi comuni e mezze verità, come è emerso dall'inchiesta sul cartello sugli stipendi dei loro dipendenti) è solo pubblicità ingannevole.
Renzi verrà ricordato (oltre che per le leggi non costituzionali, la riforma bocciata, gli 80 euro, le mance e la riforma del lavoro drogata dagli sgravi fiscali) per come si è comportato nei confronti del referendum sulle trivelle.
Per quanto è emerso dalle intercettazioni sull'inchiesta Tempa Rossa (che non avranno riflessi penali, ma spiegano chiaramento quali fossero i veri interessi dentro il governo).

Per cosa ha fatto per Taranto o per la Campania infelix.

E la meritocrazia? I talenti coltivati dal corso renziano (e dei ministri) del pd sono stati solo quelli della fedeltà, del do ut des (vedi storia del figlio del governatore De Luca). 
Di alternativo qui c'è solo la verità.
 
 



Lasciare un commento