domenica 12 marzo - Paride Ponterosso

L’Inghilterra trionfa nel Sei Nazioni 2017 . All’Italrugby il secondo ‘cucchiaio di legno’ consecutivo

L'Inghilterra, grande favorita alla vigilia, supera con un netto 61-21 la Scozia e si aggiudica la 18esima edizione del Sei Nazioni con una gara d'anticipo. Per l’Italia che rimedia contro la Francia il quarto ko del torneo arriva il secondo ‘cucchiaio di legno’ consecutivo

Con una giornata d’anticipo la 18esima edizione del Sei Nazioni incorona l’Inghilterra per il secondo anno consecutivo regina del torneo. I ‘leoni’ inglesi, grandi favoriti alla vigilia, superano con un netto 61-21 la Scozia. Adesso nell'ultima gara a Dublino contro l'Irlanda andranno a caccia del Grande Slam, il titolo simbolico che viene assegnato alla squadra che riesce a vincere tutte le partite del torneo. È già tempo di bilanci anche per l’Italrugby che chiuderà il suo torneo tra una settimana a Edimburgo con la Scozia. Dopo la pesante sconfitta rimediata all’Olimpico contro la Francia per 18-40, arriva per gli azzurri il secondo ‘cucchiaio di legno’ consecutivo che viene assegnato alla squadra che arriva ultima in classifica. Per gli azzurri si tratta del 12esimo su 18 edizioni.

I numeri e le statistiche pesano come un macigno sull’intero movimento del rugby italiano che solo da un anno punta su una nazionale giovane che sta imparando a giocare ad alto livello. È una squadra in crescita, compatta e capace a tratti di lottare alla pari contro avversari che hanno scritto la storia del rugby. C’è molta strada da fare come ha evidenziato anche il tecnico azzurro O'Shea nell’immediato dopo partita contro la Francia: «Abbiamo potenziale per essere una squadra importante ma dobbiamo fare dei cambiamenti, i nostri giocatori hanno bisogno di più sostegno da parte di tutti. Il cambiamento è sicuramente difficile ma non è impossibile»Intanto tra una settimana l’ultima sfida che chiude il Sei Nazioni 2017 contro la Scozia. Un incontro per ripartire e soprattutto per evitare dopo il ‘cucchiaio di legno’ anche di realizzare il Whitewash‘premio simbolico’ riservato a chi perde tutti gli incontri del torneo.




Lasciare un commento