mercoledì 12 aprile - Emilia Urso Anfuso

Ivan-Igor, il russo/slavo/serbo: delinquente dai mille errori mediatici

Di Igor, spesso appellato "Ivan" dai media nazionali, si sta dicendo di tutto.

Sarebbe il delinquente che sta lasciando dietro di sé una lunga traccia di sangue: ha ucciso il barista Davide Fabbri di Budrio, e poi una guardia e vanta un certificato penale lungo quanto un rotolone di carta assorbente.

Purtroppo i fatti di sangue sono avvenuti. Ciò che davvero appare inaccettabile, è la confusione estrema che stanno realizzando molti media nazionali, e molti telegiornali Rai e di reti private.

Igor spesso viene confuso con "Ivan". Da principio era "Ivan il russo", poi però è stato comunicato essere slavo, ma no, ora è serbo.

Tutta questa confusione, non giova né ai cittadini, che rischiano di confondersi totalmente, né - tantomeno - ai nostri servizi, al Ministero della Difesa e alle forze dell'ordine, di cui sarebbero state dispiegate ben 1.000 unità, a caccia dell'omicida-fantasma, come viene ora appellato.

Sui social, ormai si fanno battute di ogni tipo: da alcune disgrazie che hanno gettato nella disperazione le famiglie delle vittime, si sta passando alla satira.

Ma la colpa no, non è dei cittadini.

E' di questo sistema basato sul caos. In special modo quando si tratta di notizie di attacchi terroristici o di omicidi.

Non abituiamoci al caos, perché solo restando lucidi non cadremo nel turbinio delle inesattezze, che - a volte - sembrano create ad arte...

Al link seguente, una delle "perle", in cui Igor viene chiamato "Ivan"... E' Caccia a Ivan il Russo




Lasciare un commento