giovedì 3 agosto - Anna Maria Iozzi

In punta di piedi: speranza e voglia di riscatto nella fiction di Rai1

È possibile sfuggire ai rischi della criminalità con la danza? È quello che accade nella fiction “In punta di piedi”.

Prodotta da Casanova Multimedia in coproduzione con Rai Fiction, la serie “In punta di piedi” è ispirata a una storia vera e racconta le vicende di Angela, che ha 11 anni e un sogno: diventare ballerina di danza classica. Purtroppo vive a Secondigliano ed è la figlia di un capo clan degli scissionisti. Per ritorsioni contro il padre, Angela è sempre in pericolo e rischia la vita ogni volta che esce di casa. Lei e la sua famiglia vivono come delle recluse per non essere esposte ai pericoli della criminalità.


Quello di Angela sembrerebbe uno di quei sogni che restano solo tali. Ma contro tutto e tutti e il volere del padre, la madre Nunzia asseconda le sue aspirazioni, accompagnandola di nascosto alle lezioni di danza. La traveste, la fa uscire in piena notte e, d’accordo con l’insegnante Lorenza, inizia il suo sogno, trovando dei modi ingegnosi per non farle perdere le lezioni. Deve darle una possibilità. Trovare per sua figlia una via d’uscita da quel terribile mondo.
Angela, grazie al suo talento, al sacrificio, alla determinazione di sua madre, al coraggio di Lorenzac ostruirà una brillante carriera, lontana dalla camorra, diventando una famosa étoile.

È una vicenda di riscatto personale e sociale che si aggira tra la bellezza della danza e la triste realtà cui sembra essere destinata la protagonista.

Nel cast, Cristiana Dell’Anna, Bianca Guaccero e Marco Palvetti. «Un progetto costruito a partire da una bella storia vera che racconta di una crisalide che diventa farfalla», afferma il regista Alessandro D’Alatri, al suo debutto sul piccolo schermo.

È un racconto accessibile al largo pubblico, non banale, né scontato che punta sul contrasto tra bene e male, tra la bellezza della danza e la dura realtà che circonda la protagonista che, parafrasando il titolo della fiction, narra “In punta di piedi”, una storia di riscatto sociale e personale.




Lasciare un commento