giovedì 6 aprile - Slow Revolution

Idee per una Pasqua a pedali

Pasqua lasciate vivere allegramente l’agnellino e dedicatevi a un’attività più salutare per corpo e mente: un viaggio in bicicletta. Potete organizzarvelo in proprio o, se non siete esperti, affidarvi ai tour operator specializzati che vi accompagnano in luoghi incantevoli liberandovi da molte ansie: vi portano i bagagli, vi assistono in caso di guasto o foratura e vi forniscono un’assicurazione per tutelarvi da ogni eventualità. E vi tolgono l’incombenza di organizzare l’itinerario e le soste portandovi su percorsi ciclabili o poco trafficati e in strutture amiche della bicicletta. Le proposte ciclabili dentro l’uovo sono molte e variegate. Ne abbiamo scelti alcuni con difficoltà e costi diversi, ma vi consigliamo di visitare i siti dei tour operator per trovare il viaggio ideale per voi e per verificare le condizioni dell’offerta turistica.

Pedalate in relax tra natura e terme

Chi ha pochi giorni e ama natura e tradizione può scegliere l’escursione di quattro giorninel Parco del Delta del Po (330 euro, Jonas), riserva della biosferaUnesco e “paradiso” per ciclisti neofiti per gli itinerari pianeggianti e privi di traffico. Un viaggio pensato per assaporare l’animo lento del “grande fiume”, i sapori del suo territorio e le storie di simbiosi tra uomo e natura. Si pedala immersi tra risaie, lagune e canneti dove nidificano oltre 370 specie di uccelli, ci si rilassa con un’escursione in battello e con le visite al Museo Regionale della Bonifica, a Porto Tolle, al giardino Botanico di porto Calieri e all’orto di cozze e vongole della Sacca di Scardovari. Per chi preferisce il relax segnaliamo la tre giorni (220 euro) aChianciano e in Val di Chiana con pedalata da Arezzo a Chiusi e ristoro nelle terme con tanto di massaggio defaticante agli oli essenziali.

L’Olanda a “colori” dei tulipani

Il viaggio ideale esterofili è il tour dei tulipani in Olanda (da 380 euro, 4 giorni), la terra dei cicli. A proporla è Girolibero in una variante di fascino che abbina alle escursioni in bici il soggiorno a bordo del battello fluviale Gandalf. Si parte e si arriva adAmsterdam pedalando solo due giorni per un totale di 85 km per raggiungere Leiden, città natale di Rembrandt e con il celebre orto botanico dove 400 anni fa sbocciò il primo tulipano olandese, eLisse per la visita al giardino floreale di “Keukenhof” con 6 milioni di bulbi in fiore. Haarlem si raggiunge nel comfort della barca per lasciare energie per passeggiata in centro tra gli edifici monumentali e i caratteristici Hofjes, i cortili fioriti circondati da antichi ricoveri o locande. Se desiderate più calore l’alternativa potrebbe essere Le Masserie del Salento (da 465 euro), tour di 6 giorni con visite a Lecce e Otranto, ai borghi di Acaya e Castra, alla riserva naturale “Le Cesine” e all’incontaminata Baia dei Turchi.

Etica, storia e gusto in Trinacria

L’itinerario a pedali più etico è il No Mafia Bike Tour (860 euro) proposto da Sloways, un viaggio di 6 giorni in Sicilia realizzato in collaborazione con Addiopizzo. La partenza è da Palermo con un trekking urbano per le realtà che si ribellano al pizzo e cena all’Antica Focacceria San Francesco, tra le prima attività aderenti all’associazione che combatte la criminalità organizzata. Con la bici si fa “Il Cammino dell’Antimafia” a Cinisi con la visita a casa diPeppino Impastato, si raggiunge Corleone e Bagheria, località storiche delle famiglie mafiose che celano luoghi incantati come la “Villa dei Mostri” celebre per il giardino ornato da centinaia di statue grottesche scolpite nella pietra. Oltre all’impegno civile c’è tempo per tuffarsi in mare, visitare castelli, maestosi palazzi, cattedrali e foreste incontaminate, nonché per degustare le delizie del palato come il cannolo e i vini locali. Di Sloways sono da segnalare pure i percorsi lungo la ciclabile della Via Francigenainaugurata ufficialmente nel 2016. Le tratte sono quattro (Aosta-Pavia, Pavia-Lucca, Lucca-Roma, Siena-Roma), hanno durata tra 8 e 12 giorni e costano da 695 euro.

 
 



Lasciare un commento