giovedì 16 febbraio - soloparolesparse

Come Sanremo influisce sugli accessi dei siti internet: case study C’era una volta Studio Uno

Se avete seguito Sanremo con una mano allo smartphone e Facebook attaccato vi sarete accorti che i maggiori siti di news pubblicavano notizie praticamente in tempo reale sui personaggi che passavano via via sul palco dell’Ariston.

Se poi avete un minimo di conoscenza di come funziona il mondo internet (o addirittura) di Seo sapete anche che questo accade per intercettare le ricerche su internet dei telespettatori assetati di informazioni su quello che stanno facendo (sarebbe quello che dovrebbe fare la televisione interattiva già da anni, ma questo è un altro discorso).

Quello che oggi mi interessa capire è: funziona questo sistema? Davvero il telespettatore mentre guarda un programma prende lo smartphone per scoprire qualcosa in più?

La risposta è nel grafico che vedete qui sotto.


Si tratta degli accessi di Quotidiano Piemontese nella giornata di sabato 11 febbraio. Un sabato scarno di notizie dal territorio, con poco movimento. Come vedete la linea degli accessi è decisamente piatta. Fino alle 21.00. Cosa è successo a quell’ora?

E’ successo che sul palco dell’Ariston si sono presentate Alessandra Mastronardi, Diana Del Bufalo e Giusy Buscemi per presentare la mini serie tv “C’era una volta Studio Uno”. 

La fiction è girata in buona parte a Torino e così su Quotidiano Piemontese avevamo pubblicato in settimana un articolo di presentazione.

L’articolo è ben posizionato (o lo era comunque sabato sera) così, quando le tre figliole sono apparse sul palco ecco che la curva degli accessi è schizzata verso l’alto. Ho guardato il live di analitycs prima dell’ospitata e dava circa 70 accessi al minuto. L’ho riguardato qualche minuto dopo la performance e gli accessi erano 750 in forte diminuzione. Dieci volte superiori. Non ho i dati degli accessi DURANTE la presenza delle tre sul palco ma è ipotizzabile che in quel momento si superasse tranquillamente i 1000. Senza dubbio un dato almeno 10 volte superiore a quello di pochi minuti prima.

Tornando a bomba è ovvio che l’articolo era già presente sul sito e quindi già ottimamente posizionato. Gli accessi erano tutti dai motori di ricerca, non arrivavano da condivisioni social. Più efficace dunque in un articolo scritto sul momento. Ma mi sembra che la risposta alla domanda iniziale sia chiara.




Lasciare un commento